La Razza - Allevamento Labrador Retriever

NIGHTFALLKING LABRADOR RETRIEVR
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Razza

LO STANDARD

FCI Standard N° 122/ 12.01.2011 LABRADOR    RETRIEVER
ORIGINE:Gran Bretagna
UTILIZZAZIONE:cane da riporto
CLASSIFICAZIONE    F.C.I.Gruppo 8 Cani da riporto, cani da cerca eda acqua Sezione 1 Cani da riporto Con prova di lavoro
BREVE CENNO STORICO:è  credenza  popolare  che  il  Labrador  Retriever  sia originario delle coste della Groenlandia dove si era visto che i pescatori usavano un cane simile per recuperare il pesce. È un eccellente cane da acqua, e il suo mantello resistente alle intemperie e la coda unica, paragonabile a quella di una lontra per la sua forma, ne enfatizzano le caratteristiche. Relativamente parlando, il Labrador non è una razza molto antica, dato che il suo Club si è  formato  nel  1916e lo “Yellow Labrador Club” è stato fondato nel 1925.  Fu nelle prove  su  campo  che  il  Labrador    ha  cominciato  a  farsi  conoscere;  essendo  stato originariamente  introdotto  in  questi  ambiti  da  Col  Peter  Hawker  e  dal  Conte  di Malmesbury negli ultimi anni del 1800. La contessa Lornamdi Howe ha descritto il cane di  nome  “Malmesbury  Tramp”  come  una  delle “fondamentali  radici”    del  moderno Labrador.
ASPETTOGENERALE: Di  costruzione  robusta,  compatto,  molto  attivo;  (il  che  esclude  eccessivo  peso corporeo o sostanza); cranio largo; torace e cassa toracica larghi e alti; rene e posteriore larghi e forti.
COMPORTAMENTO-CARATTERE Di  buon  temperamento,  molto  agile.  Fiuto  eccellente,  presa  morbida,  grande passione per l’acqua. Compagno devoto, che sa adattarsi. Intelligente, appassionato e disponibile, con gran desiderio di essere gradito. Di natura gentile, non è mai aggressivo o inopportunamente timido.
TESTA REGIONE DEL CRANIO Cranio largo. Ben modellato, asciutto senza guance carnose Stop definito
REGIONE DEL MUSO Tartufo ampio, narici ben sviluppate   Musopotente, non appuntito. Mascelle/denti di  media  lunghezza;  mascelle  e  denti  forti  con  una  perfetta, regolare   ecompleta chiusura   a   forbice,   cioè   con   denti   superiori strettamente  sovrapposti  agli  inferiori  e    impiantati  perpendicolarmente alle mascelle. Occhi di  media  grandezza,  con  espressione  intelligente  e  mite;    marrone  o nocciola
Orecchi non  grandi  né  pesanti.  Ricadono  contro  la  testa  e  sono  attaccati  piuttosto   indietro
COLLO possente solido e pulito, esce da spalle ben piazzate
CORPO Dorsolinea dorsale orizzontale Renelargo, corto e forte Torace ben largo e disceso, con costole ben cerchiate a botte –questo effetto non deve essere prodotto dal    fatto di portare un peso eccessivo
CODA:tratto   distintivo   della   razza,   molto   spessa   alla   radice,   si   assottiglia gradualmente  verso  la  punta.  Di  media  lunghezza,  priva  di  frange  ma completamente  ricoperta  di  un  pelo  corto  spesso  e  denso  che  le  dà  un aspetto  “rotondo”,  chiamato“Coda  di  lontra”.  Può  essere  portata allegramente, ma mai arrotolata sul dorso. ARTIANTERIORI Aspetto generale: diritti dal gomito al suolo, se visti sia dal davanti che di lato. Spallelunghe e ben oblique
Avambraccio: arti diritti e di buona ossatura Piedi anteriori: rotondi e compatti; dita ben arcuate e cuscinetti ben sviluppati.
POSTERIORI Aspetto generaleben sviluppati, non obliqui verso la coda, con la groppa non spiovente Ginocchio ben angolato Metatarso garretti ben discesi; i garretti vaccini sono altamente indesiderabili Piedi posteriori:rotondi e compatti; dita ben arcuate e cuscinetti ben sviluppati.
ANDATURA libera,  che  ricopre  adeguato  terreno;  movimento  diritto  e  regolare sia degli anteriori che dei posteriori.
MANTELLO PELO tratto  distintivo  della  razza;  corto  e  denso,  senza  ondulazioni  o  frange, piuttosto ruvido al tatto; sottopelo impermeabile.
COLORE Completamente nero,giallo omarrone ( fegato-cioccolato).Il giallo va dal  crema  chiaro  al  rossiccio  (colore  della  volpe).Ammissibile  una macchiolina bianca sul petto
TAGLIA Altezza ideale al garreseMaschi   56 –57       Femmine    54 -56 ù
DIFETTI qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto e la severità con cui va penalizzata deve essere proporzionata alla sua gravità.
N.B.I  maschi  devono  avere  due  testicoli  apparentemente  normali  completamente discesi nello scroto.
Sito realizzato da Tiziano Floridia
+39 3297422344
tiziano.floridia4@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu